< INDIETRO          

IL BARBIERE DI SIVIGLIA



Scarica il programma di sala


(titolo originale Almaviva, o sia L’inutile precauzione)

Melodramma buffo in due atti su libretto di Cesare Sterbini dalla commedia omonima di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais

musica di Gioachino Rossini

Maestro Concertatore e Direttore Francesco Quattrocchi

regia Giulio Ciabatti

scene Aurelio Barbato

Maestro del Coro Francesca Tosi

Orchestra, Coro e Tecnici della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste


Personaggi                             interpreti


Figaro
​Domenico Balzani

Il Conte d’Almaviva
Bogdan Mihai                           

Don Bartolo
Filippo Polinelli                                      

Rosina
Aya Wakizono                                               

Don Basilio
Giorgio Giuseppini                                        

Berta
Maria Cioppi                                                

Fiorello, servitore d'Almaviva
Giuliano Pelizon             

Un ufficiale
Hektor Leka                                           

                     

Nuovo Allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste




Sala Grande

sabato 29/10/2016
ore 20:15

Vendita biglietti da:
lunedì 26/09/2016


 

La sera della prima, il 20 febbraio 1816, fischi e contestazioni accolsero la nuova opera di Gioachino Rossini, compositore pesarese appena ventitreenne: uno dei fiaschi più clamorosi nella storia del melodramma segnò il debutto del Barbiere di Siviglia, destinata a diventare ben presto una delle opere più celebri, citate, copiate, conosciute della storia. Oggi, 200 anni dopo, il Barbiere è l’opera italiana più rappresentata in assoluto nei teatri di tutto il mondo.

 A dispetto del disastroso esordio, infatti, già dall’indomani e per tutte le repliche successive  lo spettacolo ebbe una trionfale accoglienza di pubblico, che applaudì – parole dello stesso Rossini - “con un fanatismo indicibile” . Simbolo della migliore tradizione dell’opera buffa italiana, con una musica che gratifica le voci e numerosi intermezzi comici, in una giusta mescolanza di realismo e ironia, la vicenda presenta una galleria di personaggi benissimo tratteggiati e capaci di parlare al pubblico di ogni età e di ogni nazione: dal conte d’Almaviva a don Bartolo e all’intraprendente Rosina. Su tutti, Figaro: esuberante, dinamico e immortale “factotum della città”.



BIGLIETTI

Lirica 

InteroRidotto*Studenti**
Platea € 60,00€ 55,00€ 45,00
 1° galleria€ 57,00€ 52,00€ 35,00
2° galleria€ 45,00€ 40,00€ 30,00

3° galleria

€ 25,00€ 20,00€ 16,00