< INDIETRO          

OPERA DOMANI
IL BARBIERE DI SIVIGLIA...

OSSIA UN VULCANO E' LA MIA MENTE

musica Giochino Rossini

libretto Cesare Sterbini

Il Conte d’Almaviva  Massimo Montanari, Stefano Sorrentino, Francesco Tuppo

Rosina                       Olesya Berman, Beatrice Mezzanotte, Irene Molinari

Figaro                        Francesco Auriemma, Oganes Avakyan, Francesco Solinas

Bartolo                      Giuseppe Esposito, Filippo Rotondo

Basilio                       Victor Sporyshev, Shi Zong

Berta                         Beatrice Mezzanotte, Monica-Tiberia Naghi, Ilenia Tosatto

Ufficiale                     Francesco Auriemma, Oganes Avakyan, Francesco Solinas

Direttore

Michele Spotti

Regia Danilo Rubeca

Scene Emanuele Sinisi

Costumi Anna Cavaliere

Light designer Fiammetta Baldiserri

Collaborazione alla drammaturgia Roberto Covatta

Elaborazione cori dei ragazzi Giuseppe Califano

produzione As.Li.Co


Scarica la scheda spettacolo qui

Sala Grande

lunedì 03/04/2017
ore 9:15 e 11:00

RECITA RISERVATA ALLE SCUOLE ISCRITTE

martedì 04/04/2017
ore 9:15 e 11:00

mercoledì 05/04/2017
ore 9:15 e 11:00

giovedì 06/04/2017
ore 9:15 e 11:00

La prima volta che incontriamo Figaro nell’opera di Rossini lo vediamo dirigersi di corsa verso la sua bottega. È l’alba e il nuovo giorno sta per iniziare, come sempre ricco di mille avventure. Chi di noi non vorrebbe curiosare nella “vita” di Figaro? Scoprire i trucchi, i mille oggetti che nasconde? Carpirne i segreti? Nessun problema: Figaro ci dice esattamente dov’è: nella sua mente. Perché la vera bottega di Figaro è la strada, la realtà che lo circonda. Le persone, gli oggetti e le situazioni in cui si imbatte sollecitano la sua fantasia. Ed egli manipola tutto con arguzia, sapientemente. Ha una mente sottile e uno spirito pronto. Ha imparato a fare mille mestieri e questo gli ha dato la possibilità di formarsi quella cultura che occorre per districarsi in ogni situazione, quasi conoscesse a memoria l'intero contenuto della Diderot-D'Alambert, l'Enciclopedia di arti e mestieri che più di ogni altra cosa rappresentò lo spirito autentico dei Lumi che porteranno alla Rivoluzione francese e alla dissoluzione dell'Antico Regime.

Figaro rappresenta il nuovo.

 

Con il consolidato progetto Opera domani, As.Li.Co propone anche quest’anno un percorso formativo riservato ai docenti (riconosciuto dal MIUR) e attività di laboratori per i ragazzi, per concludersi ad aprile con una rappresentazione teatrale che vede il coinvolgimento diretto del pubblico.





PARTNER EVENTO
Fondazione Friuli